rito di matrimonio

Il rito di matrimonio tra regole fisse e scelte soggettive.

Civile o religioso, il rito di matrimonio è un universo sconfinato declinabile in mille forme e modi diversi. Ecco perché c’è sempre qualche aspetto da chiarire o approfondire.

La nostra wedding planner ha individuato sette curiosità sul rito di matrimonio che vale la pena conoscere:

1. Rito cattolico all’aperto. Sebbene sia possibile partecipare alla celebrazione della Santa Messa all’aperto, non sarà possibile officiare il rito di matrimonio secondo le stesse modalità. I sacramenti possono, infatti, essere impartiti solo in un luogo sacro ovvero in Chiesa. Celebrare il rito di matrimonio in un luogo diverso sarà possibile solo con il benestare del Vescovo.

2. Rito Civile in Villa. Dopo aver celebrato il rito civile di matrimonio in Comune, sarà possibile replicare la funzione a Villa Calvo o, addirittura, ricevere la benedizione da parte di un sacerdote. I nostri giardini appositamente addobbati per la celebrazione saranno il teatro all’aperto per un romantico scambio delle promesse con familiari ed amici. In inverno, invece, sarà davvero romantico giurarsi amore eterno negli ambienti della Villa allestiti per il Natale.

3. Celebrazione del rito civile. Il rito civile può essere celebrato da chiunque, anche un familiare o una persona amica. Del resto, si tratterà di pronunciare una piccola introduzione ed una conclusione, all’Ufficiale di Stato Civile spetterà il compito di leggere gli articoli del Codice Civile in presenza dei testimoni.

4. Testimoni. Il rito civile di matrimonio impone due testimoni ovvero uno per lo sposo ed uno per la sposa; mentre per il rito cattolico sarà possibile scegliere una o due coppie di testimoni.

5. Sposarsi in una diocesi diversa dalla propria. Per indicazione di Papa Giovanni Paolo II, i Vescovi ed i Sacerdoti devono cercare di favorire i matrimoni nella comunità di appartenenza. Tuttavia le coppie che vivono fuori per lavoro, potranno chiedere al Vescovo il permesso di celebrare il sacramento del matrimonio nella città natale.

6. Sacramenti necessari. Il matrimonio in Chiesa richiede solo il Battesimo. Tuttavia, gran parte dei sacerdoti ritiene necessaria anche la Cresima in quanto complementare al percorso di preparazione al matrimonio.

7. Rito misto. La Chiesa ammette il matrimonio misto sia nel caso in cui uno dei due sposi sia di religione diversa che ateo. In tal caso, la celebrazione potrà essere arricchita con le tradizioni di entrambe le religioni.

Per maggiori informazioni sul rito di matrimonio o, più in generale, sull’organizzazione di un matrimonio esclusivo a Villa Calvo, vi invitiamo a contattarci attraverso l’apposito modulo.